mercoledì 2 febbraio 2011

Alice Guy, la prima donna regista

Quando pensiamo alla nascita del cinema come noi lo conosciamo, immediatamente la nostra mente si rivolge ai fratelli Lumière, che mostrarono per la prima volta, al gran Caffè del  Boulevard  des Capucines, l'apparecchio da loro brevettato: il cinematografo. Da allora nasce il cinema inteso come proiezione di una pellicola di fronte ad un pubblico pagante.

Quanta strada dal cinèmatographe dei Lumière ai nostri mega multisala dotati di ogni confort! (Forse troppi confort, se mi è concesso fare una piccola critica, spesso sembra che si vada al cinema per abbuffarsi invece di guardare un film! C'è gente che sgranocchia l'equivalente del cenone di Capodanno!)
Ritornando alla storia del cinema...anche l'avventura della cinematografia vede tra i suoi protagonisti donne capaci e intelligenti, che hanno contribuito a rendere il cinema come noi oggi lo conosciamo.
Mi riferisco ad Alice Guy, prima donna regista.

Alice Guy, anche nota come Alice Blanché, è stata la prima donna regista e produttrice cinematografica.
 Il suo primo cortometraggio "La Fée aux choux" risale probabilmente al 1896, un anno dopo l'invenzione del cinema.
Figlia di un editore e minore di quattro sorelle, a sedici anni diventa steno-dattilografa. Dopo la morte del padre, nel 1895, entra alla Gaumont come impiegata e un anno dopo dirige il suo primo film, “La fata dei cavoli”.
Dal 1905 fa da supervisore ai giovani registi. Nel 1907 sposa un operatore inglese, Herbert Blanché, con il quale si trasferisce a New York. Nel 1910 fonda la sua casa di produzione. Dal 1917 lavora per case come la Pathé e la Metro. Nel 1922 divorzia dal marito e torna in Francia con i due figli. Nel 1953 le viene consegnata la Legione d’Onore e nel 1964 torna negli Stati Uniti per morire nel New Jersey all'età di 95 anni. 


Niente male eh?
Per saperne di più: Wikipedia 
oppure questo interessante sito

1 commento:

  1. Just want to say what a great blog you got here!

    aromatherapy

    RispondiElimina